Pagine lente ad ingiallire.

Please promise me,
don’t let this cold world change you

Marco ha imparato a camminare con fiducia:
attraverso le stagioni dell’anno, della sua esistenza
(della sua intensa esistenza)
ha imparato a camminare con fiducia,
ascoltando la benevolenza del suo cuore.

Don’t you fail to keep on giving:
the more that you give, the less you’ll ever need

Ha ottant’anni Marco, quando con sufficiente distacco intuisce, anticipandola, la direzione del fluire di una società a cui più non sente di appartenere (a cui forse mai aveva sentito di appartenere).
Ha ottant’anni, quando visualizza la forma in cui questo fluido sociale andrà a mutare negli anni a venire.
Con un lungo sospiro, poi, torna alla sua reale età anagrafica: torna a non avere alcuna età.

Don’t ever forget

Ha appena superato i cinquant’anni, Marco, quando preferisce profondi ed accoglienti silenzi a tutte le chiacchiere già sentite, amplificatrici di divisioni che mai neanche sarebbero dovute esistere.
Ha cinquant’anni quando lascia sia il suo sguardo accogliente a comunicare, evitando di aggiungere altre parole a frasi che già di loro si accavallano come le acque d’un mare in tempesta.
Socchiudendo temporaneamente gli occhi, poi, torna alla sua reale età anagrafica: torna a non avere alcuna età.

Don’t ever go astray

Ha poco più che vent’anni, Marco, quando rende concreta la sua visione d’un mondo diverso: quando ai suoi sogni crede ancora così tanto da materializzarli, come per magia, nel quotidiano.
Una magia sempre possibile, quando disegnata su pagine lente ad ingiallire.
Poco più che vent’anni, Marco, quando la legna che accatasta al riparo del suo casolare supera nella misura anche il più freddo e lungo degli inverni.
Con un lento ed armonioso movimento del corpo intero, poi, torna alla sua reale età anagrafica: torna a non avere alcuna età.

Don’t fail to show your strength

Non ha ancora sei anni, Marco, quando ai fiori apre il suo giovane cuore per intrattener con loro piacevoli conversazioni: è anche così che restituisce gratitudine all’esistenza.
Non ha ancora sei anni quando sceglie quali alberi speciali andar ad abbracciare, scambiando la speranza dell’innocenza con gocce di pura resilienza:
quella resilienza che lo porterà a sognare ancora, anche alla sua reale età anagrafica (che poi, ormai lo sai, non è alcuna età).

Take your life,
go and thrive

Marco ha imparato a camminare con fiducia ed impara ancora adesso,
sull’umido terreno delle colorate foglie d’autunno.
Ha imparato a camminare con fiducia,
ascoltando la fragile benevolenza del suo cuore.

Attraverso l’intensità delle stagioni,
a camminare con fiducia accompagnando un’esistenza che
(come lui)
età anagrafica non ha.

Oh, please, promise me.
You’re my everything.


Brevi citazioni in inglese dal brano “Marching in Time” di Tremonti (Compositori: Tremonti / Mark Tremonti © Napalm Records)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...